La settimana in Borsa inizia con fiducioso ottimismo

Gli indici russi sono in rialzo all'apertura delle contrattazioni di lunedì con un contesto esterno positivo. L'indice MosBirgi continua a salire per il terzo giorno consecutivo. Fino ai massimo record fissati a gennaio resta di circa il 2,5%.

L'aumento in particolare è provocato dai prezzi del petrolio, che per la prima volta da gennaio 2020 hanno superato la soglia dei 60 dollari al barile sullo sfondo dell'accordo Opec e della vaccinazione in corso nel mondo.

Il rublo si sta rafforzando. USD/RUB diminuisce dello 0,54% a 74,24. L'indice RGBI dei titoli di Stato ha aggiornato i high di due settimane, aggiungendo lo 0,13%.

In azioni, la crescita è un fronte ampio. Nell'indice di MosBirgi solo FosAgro e MTS in un piccolo meno. Allo stesso tempo, in alcuni documenti c'era un forte scatto verso l'alto.

alti storici aggiornati, al momento salendo a 4970 rubli. Nei titoli meno liquidi c'è una ripresa: nel GK Plane (10%), ISC (5%).

Tra i pesi massimi, il mercato sembra migliore (1,5%). Sberbank e Lukoil crescono rispettivamente dello 0,7% e dello 0,3%.

Leader: GK Aircraft (10%), ISCG (5%), Ozon (4,5%), System (2%), ALROSA (1,5%)

Outsiders: Rusolovo (-4%), Rossetti Lenenergo-up (-0,9%), FosAgro (-0,3%), (-0,2%)

Leave a Reply

Back to top button