La correzione del mercato azionario proseguirà oggi

Ieri, nella prima metà della giornata, la borsa russa ha provato a tenere la fascia di 3440-3450 punti, consolidando sopra la quale si apre un percorso tecnico alla campagna ai livelli storici. Ma ha fallito. Il deterioramento del contesto esterno ha portato ad un aumento delle vendite sotto il sipario di importanti scambi e nella sessione serale.

Oggi, la correzione continuerà: i futures statunitensi prima della nostra apertura perdono circa un quarto di punto percentuale, più della percentuale meno il petrolio viene scambiato.

Ma non vi è alcuna ragione particolare per il declino dei mercati occidentali. Possiamo parlare della crescita dei rischi inflazionistici, che ha causato un aumento dei rendimenti del documento di Stato statunitense. Ci sono molte ragioni. Ma queste sono tutte scuse. È solo che c'è una normale presa di profitto dopo il prossimo aggiornamento dei livelli storici, che spesso vediamo. Tutti i drawdown sono stati rapidamente acquistati, e così sarà questa volta.

Nel frattempo, sullo sfondo esterno negativo siamo in attesa dell'apertura in rosso. L'indice della Borsa di Mosca scenderà sotto il supporto intermedio di 3400 punti, ma non è ancora terribile. Sarà importante mantenere il marchio di 3300 punti, poiché la partenza sotto di essa provocherà vendite più grandi.

Nel frattempo, ai drawdown consigliamo di costruire prima di tutto portafogli, "Norilsk Nickel" e.

Gli speculatori attivi possono provare oggi a fare un olio, ma con un piede corto, perché lo stesso in qualsiasi momento può iniziare a comprare le loro azioni.

Il petrolio è partito ieri con un calo da 65 dollari al barile. Oggi in mattinata per il "barile" danno poco più di 63 dollari. La ragione del ritiro del petrolio greggio tecnico e fondamentale è stata la segnalazione dell'atteso riscaldamento negli Stati Uniti di sabato.

Il primo obiettivo di abbassare i prezzi del petrolio sarà l'area di 60 dollari, ma è probabile che sarà punzonato verso il basso e le quotazioni si precipiteranno a un prezzo più equo di 55 dollari al barile.

Il calo dell'olio è una buona ragione per la vendita del rublo. Gli investitori occidentali guardano agli asset di rubli attraverso la vista del petrolio e ora potrebbero iniziare a ritirare i loro fondi in patria, fissando i profitti mentre sono lì.

Parte della valuta russa sarà sostenuta dal rimbalzo di ieri dei prezzi dell'FCO. Ma questo è solo un rimbalzo, che dall'inizio di dicembre della tendenza al ribasso ne abbiamo visti diversi, ma tutti non hanno portato alla sospensione delle vendite dell'OFF.

Anche il fattore di venerdì avrà un ruolo — prima del fine settimana su un cattivo sfondo esterno, la voglia di coprire le posizioni del rublo con la valuta non farà che aumentare.

Pertanto, la coppia dollaro-rublo oggi si precipiterà alla resistenza di 74,7 e potrebbe testarla per la forza.

Back to top button