IPO: profitto o perdita?

IPO (Initial Public Offering)IPO (Initial Public Offering) è la prima vendita pubblica di azioni (anche sotto forma di ricevute depositarie per azione) della società emittente, il primo appello pubblico agli investitori a diventare azionisti della società. In Russia, il termine è usato anche nel significato di una partecipazione secondaria nel mercato, ma non distorce il significato. Nel caso delle IPO, parlano della possibilità di acquisire azioni nel mercato primario dei valori mobiliari (il secondario è lo scambio).

IPO: Rischio per gli investitori

Lo scopo dell'IPO è quello di raccogliere fondi aggiuntivi per lo sviluppo dell'azienda. Inoltre, vendendo le loro azioni, i proprietari delle società diversificano il loro patrimonio.

A sua volta, per gli investitori la partecipazione all'IPO comporta rischi significativi, perché la valutazione di una società che non era stata precedentemente negoziata in Borsa, possono essere commessi errori, sia nella direzione della sottovalutazione che nella direzione della rivalutazione. Molto spesso, una valutazione errata è presente nelle aziende appartenenti al campo dell'alta tecnologia. Gli investitori semplicemente non hanno statistiche sufficienti sulla redditività dell'azienda per una valutazione obiettiva.

Aspetti tecnici dell'IPO

L'offerta pubblica di azioni dell'IPO prevede la loro vendita a un numero illimitato di persone.

Il collocamento iniziale viene chiamato se le azioni della società non sono state precedentemente negoziate in Borsa. In caso contrario, il posizionamento è chiamato offerta pubblica secondaria.

La società agisce come venditore di azioni durante l'IPO. I fondi ricevuti dal collocamento possono andare per scopi diversi: lo sviluppo dell'azienda, il rimborso degli obblighi di debito, ecc. In alcuni casi, gli attuali azionisti possono vendere azioni dell'IPO. In questo caso, i proventi della vendita di azioni non vanno alla società, ma direttamente agli azionisti-venditori.

L'offerta pubblica iniziale è un processo complesso e lungo che coinvolge pubblicità, investimenti e servizi legali.

I preparativi per l'IPO includono:

  • ottimizzazione del governo societario, prevedendo la semplificazione della struttura societaria, lo sviluppo della politica dei dividendi, l'inclusione di membri indipendenti nel consiglio di amministrazione della società, ecc.;
  • Audit in conformità con le norme finanziarie internazionali;
  • Sviluppo di un memorandum d'investimento;
  • condurre una campagna pubblicitaria tra i partecipanti al mercato degli investimenti (road show).

Dopo la decisione di detenere un'IPO, la società annuncia un concorso tra banche d'investimento, il cui scopo è scegliere un consulente per condurre un'IPO — sottoscrittori di banche. Le banche sottoscrittori valutano le prospettive della società e, sulla base di un'analisi fondamentale, calcolano la fascia di prezzo in cui possono essere collocate le azioni della società. Se la società proprietaria è soddisfatta dell'intervallo calcolato, il passo successivo consiste nel condurre presentazioni da parte di consulenti di investimento per investitori istituzionali e al dettaglio professionisti.

Il prossimo passo è la formazione di un libro di applicazioni degli investitori per l'acquisto di azioni. Successivamente, viene determinato il prezzo finale dell'IPO e il numero di azioni che ogni richiedente riceverà. Dopo tutte queste procedure, le azioni sono rese disponibili ai nuovi proprietari e sono incluse nella negoziazione in Borsa. In alcuni casi, i sottoscrittori hanno diritto all'acquisizione di azioni e talvolta all'obbligo di riacquistare quei titoli che non sono stati acquistati a seguito dell'IPO.

Perché i proprietari dell'azienda hanno bisogno di un'IPO?

Di norma, un 10-20% del capitale sociale partecipa all'offerta pubblica delle azioni. Questo viene fatto per garantire che il proprietario mantenga il controllo sulla società. Il proprietario della società può detenere un'IPO per diversi motivi.

Il primo motivo: la mancanza di finanziamenti. Cioè, l'azienda manca di fondi per lo sviluppo (acquisizione di nuove o ammodernamento di vecchie attrezzature, lancio nella produzione di nuovi campioni, ecc.). Inoltre, la presenza di una valutazione pubblica consente alla società di utilizzare le sue azioni come garanzia quando ottiene un prestito o in fusioni e acquisizioni. Cioè, attraverso un'IPO, la società riduce i costi di raccolta di capitali in futuro.

Il secondo motivo è la riduzione del rischio. Considerando che è troppo rischioso per il proprietario mantenere tutti i fondi in una società, il proprietario può vendere parte della sua partecipazione inviando i proventi a progetti alternativi, riequilibrando così il portafoglio di investimenti.

Posso fare soldi su un'IPO?

Secondo la teoria della finanza, in media, il prezzo ipo delle azioni è sottovalutato. In alcuni casi, la dimensione della sottovalutazione può essere di decine di punti percentuali. Ad esempio, dopo l'IPO di Yandex, le sue azioni sono aumentate di oltre il 50% durante le negoziazioni di cambio il primo giorno di negoziazione.

A volte l'effetto del rapido aumento del prezzo delle azioni nei primi giorni di negoziazione dopo l'IPO è spiegato da un'eccessiva reazione emotiva, che non ha una base razionale. Tuttavia, non è sempre così e gli investitori spesso perdono denaro nelle offerte pubbliche. Un esempio è la cronologia con le ricevute depositarie globali di Tinkoff Credit Systems (TCS Group Holding). Secondo i risultati dell'IPO condotta in ottobre, il valore dei titoli di TKS è stato di $ 17,5. Un mese dopo, il 15 novembre, il giornale è sceso del 42,3% a $ 9. I sottoscrittori erano note banche JP Morgan e Goldman Sachs

Naturalmente, i proprietari di società sono interessati il più possibile al valore delle azioni delle loro società. Prima dell'IPO, esiste una campagna pubblicitaria attiva obbligatoria, che alimenta l'interesse per i titoli della società. A volte, a causa di un prezzo delle azioni troppo alto della società, dichiarato dal proprietario, la domanda è così bassa che l'IPO viene posticipata.

In alcuni casi, l'offerta pubblica iniziale può aver luogo, ma il prezzo delle azioni può essere sopravvalutato a tal punto che per un breve periodo di tempo le scambi azionarie sono significativamente ridotte.

Riassumendo, possiamo dire che l'offerta pubblica iniziale rappresenta una strategia di investimento piuttosto rischiosa, che può portare sia profitti tangibili che perdite significative.

Altri articoli della masterclass:

Leave a Reply

Back to top button